Vuoto

Totale: 0,00 €

Come degustare il caffè

Quello del caffè è un momento da vivere intensamente, assaporandone ogni sfumatura. Che sia un caffè al volo o una lunga pausa, i nostri sensi ci aiutano a degustare intensamente un espresso.

VISTA: il vero espresso italiano, è caratterizzato da una crema color nocciola, dalla texture omogenea, lucida, persistente. Una crema troppo chiara può indicare una sottoestrazione, una dose di polvere di caffè insufficiente o una tostatura non fatta a regola d’arte. Una crema dal colore troppo intenso o con una corona tendente al marrone scuro, può essere sintomo di una temperatura di estrazione troppo alta, una dose di polvere eccessiva o eventuali  errori di tostatura.

OLFATTO: l’aroma è chiaramente il punto di forza di un buon caffè. L’olfatto interviene prima del gusto. E’ un senso molto importante, un preludio agli attimi di piacere che seguiranno. Quella olfattiva è una fase importante, gli aromi devono essere piacevoli, di pane tostato, frutta fresca, frutta secca, cioccolato….Se si percepiscono sentori di bruciato, terra, rancido, o qualsiasi altro aroma negativo,  c’è qualcosa che non va. 

GUSTO: attenzione che non scotti! Anche un buon caffè può lasciarvi “l’amaro in bocca” se bollente. La temperatura di degustazione ideale è infatti 65 gradi. Per degustare il caffè nella sua totalità sarebbe meglio non zuccherarlo, poiché l’espresso perfetto dovrebbe già presentare un equilibrio di note dolci, amare e acide. 

Per ottenere un espresso perfetto, bisogna gestire innumerevoli variabili. Sicuramente la scelta di una miscela di qualità, aiuterà il barista e gratificherà il consumatore attento.

Serve aiuto?